5° 6° posto per gli italiani al final table dell’EPT di Budapest


EPT Budapest final table: Italia out!

 

La qualità dei giocatori italiani è un forte crescita, lo si può notare anche dai tavoli dei siti poker più affermati, con giocate studiate, calcolate e tutt’altro che lasciate alla fortuna.
Purtroppo però, la favola finisce con un po’ di amaro in gola per il poker Italia, all’EPT Budapest. Infatti i nostri due rappresentanti al final table, Marino Serenelli e Gino Alacqua, sono infatti stati eliminati rispettivamente in 5° e 6° posizione. Dopo un torneo che ha donato grandi soddisfazioni ai colori azzurri, tutti avevamo cominciato a pensare al primo titolo EPT per un italiano, ma al momento meno opportuno la fortuna ci ha girato le spalle. Due eliminazioni che comunque non cancellano nulla di quello che hanno fatto questi due signori, che si sono conquistati il final table partendo da situazioni di stack difficili, e sempre con grande coraggio. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che un tavolo finale EPT con due italiani è un risultato straordinario, che ha un unico precedente (Sanremo, con Minieri e Genovese).