catesmacedo Daniel Cates: immagine rovinata?
Tutti gli appassionati di poker on line conoscono Daniel Cates (nella foto con quel mascalzone di Macedo), il pro piu’ vincente del 2010 che domina i tavoli cash game ed ha chiuso lo scorso anno con vincite vicine ai $10 milioni. In queste ultime settimane e’ stato oggetto di molte critiche apparse su diversi forum di poker americani molti importanti e di cui abbiamo parlato in alcuni post precedenti. Il suo nome e’ comparso addirittura nel corso della vicenda/truffa relativa al player portoghese Macedo, il nuovo prodigio del Texas poker hold online la cui carriera adesso e’ finita. Proprio ieri, poi, abbiamo dato la notizia che Cates ha venduto di nascosto il suo bankroll di circa $6 milioni che possedeva con Full Tilt poco dopo il Black Friday all’85% del valore, facendo arrabbiare i milioni di altri player che ancora ad oggi non possono ritirare i loro fondi a causa della chiusura dei loro conti. La brutta notizia di oggi e’ che Daniel Cates e’ indigato per avere giocato su conti multipli nonostante non avrebbe potuto farlo. La sua posizione e’ resa piu’ difficile dal fatto che alla domanda se avesse giocato su diversi conti con nomi diversi, lui si e’ difeso smentendo tutto all’inizio. Poi, pero’, braccato da tante testimonianze da parte di altri players online, e’ tornato sui suoi passi ammettendo che in effetti ha operato attraverso conti multipli, infrangendo la legge. Si tratta di una propria e vera truffa. Un’accesa discussione online con un altro avversario, Tyler Smith, che e’ stata registrata ed inviata al celebre forum di poker americano “2Plus2″, ha fatto infuriare in modo particolare tutti i giocatori di Internet poker. Nella discussione, Daniel Cates dimostra di essere molto arrogante e maleducato. Alla fine di una sessione vinta da Cates che giocava in “multi-accounts mode”, Smith gli dice di sapere che dietro quel nickname che non e’ il tradizionale “jungleman12″, in realta’ si nasconde proprio lui ed allora lo accusa di essere un truffatore. Cates risponde cosi’: “I can offer coaching as a condolence, that being said it was implied that you were playing someone good…If you’re suggesting I give you money back I’d like to point out no one has gotten money back from maing (multi-accounting)…I don’t want my rep ruined further…or you will post on 2+2?…sounds like you’re blackmailing me…GL bro, if you want to throw poo at each other here we go”. In poche parole Cates dice che puo’ offrire al malcapitato delle ripetizioni di poker cash game online, ma che non avrebbe restituito i soldi vinti perche’ non e’ mi successo che un giocatore riottenesse i soldi persi a causa di “maing” (multi-accounting). La situazione per Daniel Cates che aveva cercato invano di trasferirsi in Canada pochi giorni fa senza riuscirci diventa molto spinosa adesso: negli Stati Uniti dovra’ affrontare le autorita’ e molto probabilmente la sua immagine e’ ora rovinata. Nessuna poker room vorra’ accostare il suo nome a Daniel Cates dopo questi eventi e la comunita’ di poker players e’ contro di lui adesso. Certe cose, come la gia’ citata discussione che ha avuto con Smith, rimangono sul web per sempre…e possono in qualsiasi momento storico essere riprese per distruggere l’immagine di un poker pro. Potremmo definire questo sistema come una macchina del fango basata su fatti veri e disponibili su qualsiasi forum importante di poker on line.

Number of View :15
Share and Enjoy:
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
  • services sprite Daniel Cates: immagine rovinata?
share save 256 24 Daniel Cates: immagine rovinata?