Michael Dedonno e Douglas K. Detterman si sono inoltrati in un processo finalizzato a definire il poker “un gioco d’abilità”. La loro ricerca, racconta il sito poker onlinecasinomania.net recentemente pubblicata sul Gambling Law Review, intitolata ‘Poker is Skill’ riproduce minuziosamente iter e risultati di esperimenti effettuati alla Case Western Reserve University per stabilire se si tratta di un gioco di abilità o fortuna.
A conclusione del loro studio, DeDonno e Detterman affermano che “il motivo per il quale il poker viene considerato un gioco di fortuna risiede nel fatto che l’affidabilità di ogni breve sessione è bassa”. Concludono quindi affermando che “la fortuna (la componente aleatoria) inganna l’osservatore che non riesce a considerare il poker qual è in realtà: un gioco d’abilità. Ciò nonostante, come dimostra questo studio, l’abilità è un fattore determinante sul lungo termine”

Fonte: http://www.onlinecasinomania.net

number of view: 144
Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Blogosphere News
  • RSS
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
Share