Un fenomeno molto interessante si sta svolgendo nel Nord America. Con il poker on line praticamente inesistente negli Stati Uniti a causa del Black Friday che ha portato al blocco delle poker room nel territorio statunitense, gli appassionati dell’Internet poker si trovano di fronte ad un bivio: rimanere negli Stati Uniti e partecipare solo ai tornei di poker live, oppure trasferirsi in un altro Paese e continuare a poker on line? Molti non possono fare proprio nulla, visto che andare a giocare nei casino dal vivo costa molti soldi e lo stesso vale per un potenziale trasferimento, con tutti gli altri aspetti che bisogna considerare come l’allontanamento da affetti ed amici. Per adesso solo i grandi poker pro hanno deciso di abbandonare gli Stati Uniti e trasferirsi in Canada, dove il poker online e’ legale. Tra i tanti campioni ricordiamo Vanessa Selbst, il world champion Daniel Cates, e Phil Galfond. A questi nomi presto si aggiungera’ anche quello di Brian Hastings, uno dei migliori players nella specialita’ cash game con vincite online di oltre $10 milioni nel 2010. Brian si trova a New York ed e’ felice di vivere li’, ma adesso e’ costretto ad espatriare per continuare a giocare ed a vincere. Intervistato dice di dovere decidere dove emigrare e sta decidendo tra Vancouver e Montreal.

Number of View :43
Share and Enjoy:
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
  • services sprite Poker online USA: fuga in Canada
share save 256 24 Poker online USA: fuga in Canada