Tweet

Molto spesso quando si parla dei miti del poker on line pensiamo sempre agli americani o agli scandinavi, posti che hanno dato vita a geni del gioco poker online che hanno vinto migliaia o milioni di euro. Dovremmo cominciare a guardare al poker Italia, invece, perche’ anche da noi vi sono campioni del Texas Holdem in grado di accumulare grandi patrimoni. Certo conosciamo i giganti alla Pagano, Pescatori e Minieri, ma ci sono nomi meno conosciuti degni di nota. Uno di questi e’ Andrea Massacci.

Andrea Massacci e’ un bravo ragazzo di Roma, appena 22enne. Si avvicina ai giochi poker nel 2008, ma le cose non vanno bene. Quando nota che per tre volte perde il bankroll, capisce che il poker non puo’ essere improvvisato. Il Texas Holdem non e’ un gioco di fortuna, ma uno “skill game”, un gioco di abilita’ che va studiato e praticato. Cosi’ abbandona i siti poker per un po’ e si lancia nela lettura di libri di matematica e fisica. Comincia a fare le cose sul serio…troppo sul serio, forse. Capiamo i libri di matematica per divenire bravi, ma la fisica? Dopo dieci libri decide di nuovo di giocare a poker online. Si concentra e dedica a questa sua passione sei ore al giorno, anche su 20 tavoli contemporaneamente. Andrea Masacci, vive il suo sogno: il suo bankroll cresce e cresce, non si ferma piu’. In un anno vince la bellezza di 180.000 euro.

A questo punto comincia a farsi un nome e ad essere ascoltato e cosi’ decide di rivelare i suoi segreti online creando un sito sponsorizzato nientepopodimenoche dalla poker room piu’ grande del mondo: PokerStars. Quante soddisfazioni per un successo ottenuto in un arco di tempo non troppo lungo.

Qual e’ il consiglio principale che Andrea offre ai giocatori? Ecco cosa pensa del gioco poker: “L’abilita’ fondamentale nel poker e’ la pazienza, unita alla capacita’ di sfruttare la statistica combinandola alla propria percezione”. Poi dice un’altra cosa: fondamentale e’ anche il “metagame”, vale a dire la capacita’ di entrare nella mente degli avversari. Oggi si puo’ usufruire di programmi specializzati come “Hold’em Manager” e “Pocker Tracker” che se bene utilizzati ti fanno capire l’atteggiamento dei tuoi avversari al tavolo verde.

Complimenti ad Andrea Massacci, il quale rappresenta quello che tutti noi vorremmo diventare. Il suo esempio dimostra, ancora una volta, che tutti ce la possono fare attraverso i sacrifici. Il gioco poker non si improvvisa. Occorre tanto studio e pratica per divenire un asso del poker on line.

Number of View :1001